COMUNICATO STAMPA

 

19 aprile 2018

 

Sperimentate con successo al CIRA le protezioni termiche Made in Italy per i futuri programmi europei di rientro orbitale

Il nuovo materiale ceramico, interamente sviluppato in Italia grazie ad una collaborazione tra CIRA e Petroceramics, ha superato i test nella galleria al plasma SCIROCCO. Dopo i test per i programmi della NASA, il CIRA si conferma uno dei punti di riferimento della ricerca aerospaziale a livello internazionale.

 

Con il successo della campagna di prova eseguita nella galleria al plasmaSCIROCCO del CIRA, si è conclusa la qualifica del nuovo materiale ceramico italiano[C/SiC], sviluppato interamente dal CIRA in collaborazione con Petroceramics, società italiana partecipata di Brembo e specializzata nello sviluppo di compositi a matrice ceramica ad alte prestazioni. La qualifica del materiale è espressione del successo di una filiera tutta italiana che, da nord a sud, mette a fattor comune le attività di ricerca del CIRA nel campo delle tecnologie per il rientro spaziale e le capacità industriali nel settore dell’alta tecnologia per l’automotive di Petroceramics.

L’esito positivo della prova apre la strada all’affermazionedell’Italia nel settore dei sistemi di protezione termica strutturale anche nell’ambito dei futuri programmi dell’Agenzia Spaziale Europea (ESA).

La prova è stata eseguita su un dimostratore completo di flap, delle dimensioni di circa 400mm x 300mm, esposto per ben 10 minuti ad un flusso ipersonico ad alta entalpia rappresentativo delle condizioni di rientro da orbita bassa terrestre. Il componente ha raggiunto temperature di circa 1200°C senza mostrare segni di degrado, confermando così la sua capacità di essere impiegato come protezione termica riutilizzabile.

“Con il Programma Space Rider, l’ESA intende dotare l’Europa di un sistema di trasporto spaziale integrato con il nuovo lanciatore Vega C che consenta l’accesso ed il rientro dall’orbita terrestre in maniera economica, riutilizzabile e, soprattutto, indipendente per molteplici applicazioni spaziali e non solo. – ha dichiarato Giorgio Tumino, Program Manager per i programmiESA di sviluppo Vega e Space Rider- L’ESA ha seguito da vicino tutti i progressi che CIRA e Petroceramics hanno compiuto per portare la loro tecnologia originale ad un livello di maturità avanzato. Il successo delle prove, eseguite su un modello del flap che dovrà guidare il veicolo nella fase di volo ipersonico al rientro in atmosfera, dimostra che la nuova tecnologia ha le carte in regola per poter ambire ad essere utilizzata sul componente reale.”

“Rispetto alle recenti prove eseguite per conto della NASA, questo nuovo successo rappresenta per il CIRA un risultato molto più ampio. Oltre a consentire la partecipazione italiana a prestigiosi programmi internazionali, grazie ai suoi impianti di prova unici al mondo, in questa collaborazione il CIRA dimostra, a conferma della sua principale missione, la capacità di sviluppare interamente in Italia, in collaborazione con piccole e medie imprese altamente innovative, tecnologie competitive e strategiche”ha commentato il Presidente del CIRA, Paolo Annunziato.

CIRA e Petroceramics, forti della esperienza nella realizzazione di compositi a fibra lunga per applicazioni aerospaziali, da un lato, e delle tecniche di infiltrazione da silicio liquido del settore automobilistico di alta gamma, dall’altro, hanno di fatto sviluppato un composito ceramico rinforzato completamente nuovoe che può essere prodotto con un ciclo di manifattura rapido ed economico. Il successo delle prove ha dimostrato la capacità del materiale di resistere a fortissime sollecitazioni termiche e meccaniche in ambiente ossidante.

Massimiliano Valle, Amministratore Delegato di Petroceramicscon sede nel Kilometro Rosso Parco Scientifico Tecnologico, ha affermato: “La collaborazione con il CIRA ci consente di ampliare le applicazioni dei nostri sviluppi tecnologici al settore dello spazio. Lo spazio è sempre stata l’applicazione di frontiera, motore dello sviluppo tecnologico, dal quale gli altri settori hanno beneficiato in termini di ricadute di competenze e soluzioni innovative. Oggi è particolarmente entusiasmante vedere come le nostre capacità, sviluppate in settori di business diversi, possano essere trasferite in applicazioni spaziali. Siamo grati al CIRA di averci coinvolti in questa opportunità e molto soddisfatti della collaborazione con le grandi competenze che abbiamo trovato a Capua.”

Anche Roberto Battiston, Presidente dell’Agenzia Spaziale Italiana socio di riferimento del CIRA, ha commentato il successo della prova: “Guardiamo con grande entusiasmo a collaborazioni di questo genere che evidenziano il connubio tra un tessuto industriale dinamico ed innovativo e le capacità tecnologiche dei centri di ricerca e delle università italiane. Mettere a sistema pubblico e privato è il modo migliore per competere nel settore della nascente “New Space Economy” che sta trasformando lo spazio in motore di sviluppo economico. Il compito dell’ASI è quello di promuovere e supportare gli investimenti infrastrutturali necessari a fornire al Paese gli strumenti per competere a livello mondiale. Risultati di questo genere ci confortano nella validità delle scelte fatte e sono di stimolo per quelle che stiamo intraprendendo.”



COLLABORATORS


Name 

Function

Professional qualification

VALLE MASSIMILIANO

 AD and technical director

 PhD in Experimental Petrology

VAVASSORI PAOLO

 President & Responsible for strategic technology development

 Nuclear Engineer

TRECCANI LAURA

 Senior researcher

 PhD in Physics

DUSI MAURIZIO

 Electronics Engineer

CAVALLI LORENZO

 Graduated in Materials Science

GIACOMETTI FABIO

 PhD in Petrology

MIRCO CHIODI

 PhD in Physics

DELLEDONNE LUCIA

 Junior researcher

 Graduated in Materials Science

FEDERICO BERNARDINELLO

 Graduated in Geology

MICHELE RINALDI

 Graduated in Geology

ANNA VALLE

 Quality and funding manager

 PhD in Biology


Total number employees: 15

Name

Petroceramics

Legal form

Joint-stock company (spa)

Legal address

Viale Europa 2 c/o Kilometro Rosso Parco Scientifico Tecnologico, 24040, Stezzano (Bergamo), Italy

Address main headquarter

Viale Europa 2 c/o Kilometro Rosso Parco Scientifico Tecnologico, 24040, Stezzano (Bergamo), Italy

E-Mail

This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

PEC (certified electronic mail) address

This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

Website

www.petroceramics.com

Fiscal code

04026040966

VAT identification number

04026040966

Date of establishment

18/07/2003

Notary Massimo Mezzanotte

Number of registration REA

BG-352679

Registration date

29/09/2015

Company object

R&D, prototyping and fabrication of ceramic parts and composite for technical and industrial applications.

Research and development for geology, natural science and engineering

Number of employees

15

 

Address second headquarter

Via Monteroni 147, 73100, Lecce (Italy)

Number of registration REA

LE-321304

Registration date

03/11/2016

 

Shareholders

Massimiliano Valle:

 

Stefano Poli

 

Brembo SPA

 

Paolo Vavassori

 

Sergio Chiesa

 

 

Executive board

Massimiliano Valle (Chairperson)

 

Paolo Vavassori

 

Federico Scolari

 

Paolo Rezzaghi

 

Aldo Cattaneo

   

Company’s financial statement

Annual Balance Sheet 2017
Annual Balance Sheet 2016


Petroceramics S.p.A. was founded  in 2003 as the first spin-off of the University of Milan. Petroceramics S.p.A. has always been committed in turning the outmost recent scientific findings into innovative solutions and industry-ready technologies and cutting edge products. This ongoing commitment has lead to the development of significant know-how , innovative products and solutions.

Petroceramics S.p.A. is now a stand-alone, dynamic company which develops new advanced materials and technological solutions for different technical sectors including automotive, armoured protection of individuals and vehicles, manufacturing industry and aeronautic.

Our leitmotif is to turn the outmost recent scientific findings into innovative materials as well as industry-ready equipment and processes.

Today, Petroceramics S.p.A. relies on several patented technologies and materials. Our state-of-the-art equipments can ensure a rapid and excellent production of small scale, customized parts as well as prototypes and pre-series. Petroceramics S.p.A. has an internal research and development laboratory which enables the rapid characterization of both own and customer's materials including analysis services and consultancy services on ceramics and petrology.

Petroceramics S.p.A. is composed of highly qualified experts in several fields, including geology, materials sciences, physics, nuclear and mechanical engineering and chemistry. Our organizational structure reflects both the customer-oriented attitude, guided by agility, flexibility and efficiency criteria, and our dedication to science and technology development.

Petroceramics S.p.A. is located within the Kilometro Rosso Science & Technology Park in Stezzano (Bergamo) which offers a highly innovative, interdisciplinary environment.

PETROCERAMICS - Kilometro Rosso Parco Scientifico Tecnologico, Viale Europa, 2 - 24040 (BG) Italy - P.I. 04026040966, info@petroceramics.com, +39 035 0770886, Fax +39 035 0779653 

 

.